Gli uomini, così come si presentano oggi (Homo Sapiens), esistono da circa 200.000 anni. Lunghi tempi e diverse fasi evolutive ci hanno portato a essere così come siamo oggi. La prova di questa continua evoluzione può essere rintracciata ancora in alcuni uomini anche al giorno d’oggi: vi presentiamo alcuni degli esempi più interessanti.

1. Il tendine sul polso

Mettete l’avambraccio sul tavolo con il palmo rivolto verso l’alto. Premete insieme il pollice e il mignolo e piegate leggermente la mano. In alcune persone un tendine sarà chiaramente visibile, mentre in altre no.

Si tratta del muscolo palmare lungo che si trova tra braccio e polso. Anche se viene usato nei movimenti del polso, non si tratta di un muscolo necessario per l’uomo moderno, ed ecco perché non è più visibile nel 13% degli esseri umani. E non averlo non interferisce assolutamente con le funzionalità del polso, dà solo un effetto ottico differente.

2. Il punto rosa nell’angolo dell’occhio

Vi siete mai chiesti come mai ci sia un punto rosa nell’angolo del vostro occhio? Anche se è presente in quasi tutti, non c’è più alcun motivo che giustifichi la sua presenza. È il segno di quella che viene chiamata palpebra del terzo occhio. È chiaramente più visibile nei rettili quando hanno gli occhi chiusi. Non siamo più dipendenti dal terzo occhio grazie allo sviluppo delle ciglia.

3. Muovere le orecchie

Al giorno d’oggi piegare le orecchie è considerato un fenomeno, e non sono in tanti a riuscire a farlo. Ma un tempo ricopriva una funziona molto importante: aguzzare l’udito per localizzare meglio i rumori e l’arrivo di qualche pericolo. I gatti per esempio lo fanno ancora.

4. Gli ingombranti denti del giudizio

Anche voi siete tra coloro ai quali sono stati estratti i denti del giudizio? Allora probabilmente vi sarete chiesti a cosa servono, visto che non appena spuntano vengono rimossi. La risposta arriva dal passato. Un tempo la gente mangiava più erba e radici, piuttosto difficili da masticare. Più il cibo è diventato tenero e leggero, più la mascella si è rimpicciolita e la stessa cosa è successa ai denti. Molti tra primati e scimmie non li hanno più, ma ai gorilla (che sono vegetariani) sono rimasti.

5. Pelle d’oca

Se prendiamo freddo o abbiamo brividi, i nostri peli si alzano e sulla pelle si formano dei piccoli bozzoli. Ma di cosa si tratta esattamente? Quando gli uomini avevano ancora il pelo, la pelle d’oca svolgeva una funzione molto importante: quando i peli sono in alto il calore si conserva meglio e, in caso di pericolo, il corpo appare più grande, e quindi più minaccioso per qualsiasi nemico. Il fenomeno si può ancora osservare nei gatti, per esempio.

È davvero molto affascinante pensare che si possano ancora ritrovare i segni dell’evoluzione avvenuta secoli fa. Chissà quello che succederà nei prossimi mille anni, forse le nostre dita si adatteranno alle funzionalità richieste dai cellulari???

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

9 + 4 =